Bioagrisalute- Cancellara (Pz)

Martedì 24 luglio 2018, su segnalazione di alcuni amici, ho avuto il piacere di visitare insieme al mio amico Marcello l’azienda biologica Bioagrisalute di che si trova a Cancellara (PZ).

L’azienda è nata e si è stutturata seguendo i principi della bioagricoltura ed esprime con naturalezza e sincerità i valori della vita rurale.

Siamo stati accolti da Gabriella e da suo marito. L’opitalità è stata calorosa e non formale e abbiamo avuto la sensazione di trovarci in famiglia o in compagnia di amici di lunga data. L’arredamento è quello che si potrebbe trovare in un vero contesto agricolo (non false riscostruzioni di antiche masserie) dove gli ospiti possono sperimentare la reale vita rurale.

Abbiamo visitato le camere degli ospiti che sono indipendenti e confortevoli e i locali dedicati alla lavorazione di cereali prodotti dall’azienda stessa. In questi locali abbiamo potuto vedere in funzionamento un mulino  elettrico in pietra e un macchinario specifico per la perlatura del riso e del farro.

Infine dopo aver acquistato la pasta prodotta con le farine biologiche e il farro scelto tra un’ampia disponibilità di legumi siamo stati invitati a degustare un pranzo semplice e squisito preparato da Gabriella con l’aiuto di Pamela, un ospite di NewYork che qui ha trovato rifugio dagli intensi ritmi della metropoli.

Io, che abito in una grande città, ho vissuto in questo luogo momenti intensi condividendo, nel tempo trascorso insieme, le esperienze, gli ideali e le difficoltà nella progettazione, conduzione e mantenimento di strutture come quelle rappresentate da Bioagrisalute. Questa azienda è , più che una entità economica, il sogno di un futuro possibile dove l’uomo viene messo al centro dell’organizzazione sociale ed economica in modo tale da consentire lo sviluppo delle sue aspirazioni sposandole con il bene comune della collettività.

La visita mi ha fatto pensare alle pagine di un documento emesso nel 2015 dal Worldatch Institue “Can a city be sustainable? (State of the world)”che nelle prime pagine esprime il sogno di città future che sono più simili a aree rurali evolute che alle città come oggi le conosciamo.

Sapere che Gabriella e suo marito hanno iniziato nel lontano 1990 a sognare questa nuova esistenza ed hanno intrapreso un percorso realizzativo è di conforto e di esempio per tutti noi.

Vi consiglio, se siete in zona, di vistare l’azienda Bioagrisalute, di incontrare i fondatori e di parlare con loro apertamente dei vostri sogni scambiando informazioni sugli errori compiuti, sui successi ottenuti per costruire insieme la strada per un futuro migliore.

http://www.bioagrisalute.it/

Pubblicato in Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *