Il progetto prevede la presentazione con cadenza mensile dell’opera e del pensiero di cittadini che svolgono o hanno svolto attività significative a favore della collettività nell’ambito della salvaguardia del paesaggio, della  riscoperta delle antiche civiltà, della salvaguardia della natura, della biodiversità  e della valorizzazione delle nostre tradizioni gastronomiche.

Alle presentazioni vengono associati viaggi della durata di una giornata nei luoghi tra la Puglia e la Lucania durante i quali sarà possibile sperimentare le tematiche trattate in compagnia degli autori(là dove questo risulti possibile) le .
Il progetto nasce dalla convinzione che:
• il riconoscimento dell’armonia delle relazioni tra l’umanità e la natura sia propedeutico all’identificazione dei rischi che minacciano la sopravvivenza dell’umanità stessa e all’attuazione delle azioni finalizzate alla conservazione e salvaguardia della natura, delle relazioni tra uomo e natura e tra gli uomini;
• tale azione, così come descritta, sia condizione necessaria per la realizzazione di una società migliore; 
• l’attuazione di tutte quelle attività finalizzate alla conservazione e salvaguardia debba essere applicata “timidamente” ovvero “… evitando posizioni che potrebbero alterare la realtà e rimanendo attenti e sensibili alla percezione del pericolo ..” cosi come ci ricorda l’architetto Marco Ermentini fondatore della Shy Architecture Association che insieme a Paola Bassani diffondono i principi dell’architettura timida.
Il progetto ha lo scopo di:
• educare alla conoscenza del nostro contesto territoriale attraverso la sua osservazione e valorizzando, in questo modo, gli aspetti ambientali, naturalistici, artistici, architettonici, storici, gastronomici, economici e più in generale culturali;
• permettere la percezione dei rischi in cui questi territori potrebbero incorrere;
• creare un “luogo” itinerante in cui discutere e diffondere il pensiero di esponenti dell’ambientalismo, dell’arte, dell’economia, delle scienze e aventi a vario titolo attinenza con la storia del sud ma anche con la visione di sud nuovo e innovativo.